Imitando gli appassionati che il 14 marzo di ogni anno festeggiano la più celebre delle costanti matematiche, Pi Greco, il 28 giugno alcuni matematici hanno festeggiato il Tau Day, rilanciando la loro proposta di sostituire il Pi greco con il Tau, per calcolare la lunghezza della circonferenza, partendo dalla misura del raggio e non del diametro. La costante 3,14 potrebbe quindi essere sostituita nelle formule che ben conosciamo da un nuovo simbolo dell’alfabeto greco, Tau, che equivale al doppio di Pi Greco, appunto.

Non che Pi greco sia sbagliato, ma semplicemente poco naturale e utile – secondo i sostenitori della nuova soluzione – in quanto indica il rapporto tra circonferenza e diametro, meno immediato ed intuitivo rispetto al rapporto tra circonferenza e raggio.

Il Tau Day viene celebrato da una decina di anni e il movimento è nato in seguito alla pubblicazione del breve saggio “Pi is wrong” (Pi greco è sbagliato) da parte del matematico Bob Palais, della University of Utah. Traendo spunto dal lavoro del professor Palais, Michael Hartl ha creato un sito web e ha pubblicato un Manifesto del movimento, suggerendo di adottare il Tau al posto del simbolo proposto da Palais, che rappresenta invece, una sorta di Pi greco con tre gambette.

Per saperne di più, visitate il sito del Movimento da cui si può scaricare il breve saggio “Pi is Wrong”.